Peter Ustinov

Sir Peter Ustinov, (Londra, 16 aprile 1921 – Genolier, 28 marzo 2004) attore, regista, sceneggiatore e produttore britannico.

Mein Kampf – My Crimes, regia di Norman Lee (1940)
New Acres, regia di R.K. Neilson-Baxter (1941)
Volo senza ritorno (One of Our Aircraft Is Missing), regia di Michael Powell e Emeric Pressburger (1942)
The Goose Steps Out, regia di Basil Dearden e Will Hay (1942)
Let the People Sing, regia di John Baxter (1942)
The New Lot, regia di Carol Reed (1943) – corto
La via della gloria (The Way Ahead), regia di Carol Reed (1944)
Private Angelo, regia di Michael Anderson e Peter Ustinov (1949)
Odette, regia di Herbert Wilcox (1950)
Hotel Sahara, regia di Ken Annakin (1951)
Quo vadis? (Quo Vadis), regia di Mervyn LeRoy e Anthony Mann (1951)
Stupenda conquista (The Magic Box), regia di John Boulting (1951)
Il piacere (Le plaisir), regia di Max Ophüls (1952)
La pastorella e lo spazzacamino (La bergère et le ramoneur), regia di Paul Grimault (1952)
Sinuhe l’egiziano (The Egyptian), regia di Michael Curtiz (1954)
Lord Brummell (Beau Brummell), regia di Curtis Bernhardt (1954)
Non siamo angeli (We’re No Angels), regia di Michael Curtiz (1955)
Lola Montès, regia di Max Ophüls (1955)
The Legend of the Good Beasts, regia di Ted Obolensky (1956) – corto
I girovaghi, regia di Hugo Fregonese (1956)
Le spie (Les espions), regia di Henri-Georges Clouzot (1957)
Un angelo è sceso a Brooklyn, regia di Ladislao Vajda (1957)
Spartacus, regia di Stanley Kubrick (1960)
I nomadi (The Sundowners), regia di Fred Zinnemann (1960)
Giulietta e Romanoff (Romanoff and Juliet), regia di Peter Ustinov (1961)
Billy Budd, regia di Peter Ustinov (1962)
Topkapi, regia di Jules Dassin (1964)
A braccia aperte (John Goldfarb, Please Come Home!), regia di J. Lee Thompson (1965)
The Peaches, regia di Michael Gill (1965) – corto
Lady L, regia di Peter Ustinov (1965)
I Commedianti (The Comedians), regia di Peter Glenville (1967)
Il fantasma del pirata Barbanera (Blackbeard’s Ghost), regia di Robert Stevenson (1968)
Milioni che scottano (Hot Millions), regia di Eric Till (1968)
Riprendiamoci Forte Alamo (Viva Max), regia di Jerry Paris (1969)
Una faccia di c… (Hammersmith Is Out), regia di Peter Ustinov (1972)
Il mistero del dinosauro scomparso (One of Our Dinosaurs Is Missing), regia di Robert Stevenson (1975)
La fuga di Logan (Logan’s Run), regia di Michael Anderson (1976)
Il tesoro di Matecumbe (Treasure of Matecumbe), regia di Vincent McEveety (1976)
Un taxi color malva (Un taxi mauve), regia di Yves Boisset (1977)
Io, Beau Geste e la legione straniera (The Last Remake of Beau Geste), regia di Marty Feldman (1977)
Doppio delitto, regia di Steno (1977)
Assassinio sul Nilo (Death on the Nile), regia di John Guillermin (1978)
Ashanti, regia di Richard Fleischer (1979)
Nous maigrirons ensemble, regia di Michel Vocoret (1979)
Charlie Chan e la maledizione della regina drago (Charlie Chan and the Curse of the Dragon Queen), regia di Clive Donner (1981)
Giallo in casa Muppet (The Great Muppet Caper), regia di Jim Henson (1981)
The Search of Santa Claus, regia di Stan Swan (1981) – corto
Venezia, carnevale – Un amore, regia di Mario Lanfranchi (1982)
Delitto sotto il sole (Evil Under the Sun), regia di Guy Hamilton (1982)
Memed My Hawk, regia di Peter Ustinov (1984)
Appuntamento con la morte (Appointment with Death), regia di Michael Winner (1988)
C’era un castello con 40 cani, regia di Duccio Tessari (1990)
L’olio di Lorenzo (Lorenzo’s Oil), regia di George Miller (1992)
Paths of the Gods, regia di John McGreevy (1995)
Stiff Upper Lips, regia di Gary Sinyor (1998)
Lo scapolo d’oro (The Bachelor), regia di Gary Sinyor (1999)
The Will to Resist (2002)
Luther – Genio, ribelle, liberatore (Luther), regia di Eric Till (2003)
[banner]

Precedente Marty Feldman Successivo Alessia Fabiani 25-08-2014