Jumanji

jumanji31032016 Fantastico Usa-Canada 1995 Regia Joe Johnston Durata 104 minuti Interpreti e personaggi Robin Williams: Alan Parrish Bonnie Hunt: Sarah Wittle Kirsten Dunst: Judy Shepherd Bradley Pierce: Peter Shepherd Jonathan Hyde: Samuel Parrish/Van Pelt David Alan Grier: Carl Bentley "Laccio bollente" Bebe Neuwirth: zia Nora Shepherd Adam Hann-Byrd: giovane Alan Parrish Laura Bell Bundy: giovane Sarah Wittle Patricia Clarkson: Carole Anne Parrish James Handy: sterminatore Brandon Obray: Benjamin Cyrus Thiedeke: Caleb Gary Joseph Thorup: Billy Jessup Lloyd Berry: abitatore della fabbrica di scarpe Malcolm Stewart: Jim Shepherd Annabel Kershaw: Martha Shepherd Darryl Henriques: Venditore dei fucili Nel 1869 due ragazzi seppelliscono spaventati una cassa misteriosa sotto terra. Cento anni dopo il dodicenne Alan Parrish sente fra gli scavi di un'impresa edile un rullo di tamburi e ritrova la cassa, la apre e scopre un misterioso gioco da tavolo chiamato Jumanji, che porta a casa. Dopo un alterco con il padre, Alan inizia a giocare con la sua amica Sarah, e le caratteristiche inquietanti del gioco cominciano subito a manifestarsi: le pedine si muovono da sole, e a ogni tiro di dadi, una scritta compare al centro della tavola così da far scaturire gli orrori delle foreste amazzoniche e africane, che compaiono nella realtà di chi sta giocando. Dopo il primo lancio, Alan ne effettua un secondo per errore, e a causa di una combinazione di dadi sfortunata, viene inghiottito dallo stesso. Sarah fugge inseguita dai pipistrelli. Il gioco rimane così sospeso e Alan resta intrappolato nella giungla. 26 anni dopo, nel 1995, la magnifica villa dei Parrish è ormai in malora. Un giorno però una signora di nome Nora Shepherd decide di acquistare la casa e va a vivere lì con i suoi due nipoti, Peter e Judy, entrambi orfani. I due ragazzini trovano il gioco in soffitta, guidati dal suono dei tamburi. Peter e Judy cominciano così a giocare a Jumanji, inserendosi a propria insaputa nella partita insoluta che Alan e Sarah avevano iniziato tanti anni fa. e scoprendo anch'essi le caratteristiche che avevano spaventato i precedenti giocatori. Dopo aver fatto apparire uno sciame di zanzare giganti e un branco di scimmie, Peter fa un secondo tiro che ha come risultato 5; i ragazzini sono attaccati da un leone della savana, ma il numero 5 libera dal gioco anche Alan, ormai adulto, che dopo un duello con la bestia, riesce a chiuderla in camera da letto. Alan, cresciuto e inselvatichito, scopre una città molto diversa da come la ricordava, malandata e in piena crisi, e apprende che i suoi genitori sono morti. Successivamente incontra anche Carl Bentley, un ex operaio della fabbrica Parrish, ora poliziotto. VALUTAZIONE valutazione-stella-2016valutazione-stella-2016valutazione-stella-2016valutazione-stella-2016
Precedente Autostop rosso sangue Successivo Cadillac Man - Mister occasionissima