Il dittatore

ildittatore11052016 Comico Usa 2012 Regia Larry Charles Durata 83 min Interpreti e personaggi Sacha Baron Cohen: Ammiraglio Generale Hafez Aladeen/Efawadh Ben Kingsley: Tamiro Anna Faris: Zoey John C. Reilly: Clayton Megan Fox: se stessa Edward Norton: se stesso Chris Elliott: Signor Ogden Kevin Corrigan: Slade J. B. Smoove: Usher Bobby Lee: Mr. Lao Aasif Mandvi: Dottore Chris Parnell: Giornalista Jason Mantzoukas: Nadal Danielle Burgio: Guardia vergine Fred Armisen: cameriere Kathryn Hahn: moglie Seth Morris: marito Per anni lo Stato immaginario africano del Wadiya (che nelle mappe corrisponde all'Eritrea) è stato sotto la dittatura dell'ammiraglio generale Hafez Aladeen, un podestà infantile, violento, anti-occidentale e antisemita, circondato da guardie del corpo femminili. Aladeen si è sempre rifiutato di cedere il diritto di sfruttamento del proprio petrolio a multinazionali estere; dopo che il consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha visto rifiutarsi il permesso di effettuare delle ispezioni atte a verificare l'assenza di armamenti nucleari, viene convocato all'assemblea generale dell'ONU a New York. Subito dopo il suo arrivo in albergo però viene rapito da Clayton, un sicario assunto da Tamir, zio di Aladeen. Tamir provvede quindi a rimpiazzare il nipote con un sosia mentalmente ritardato di nome Efawadh, con lo scopo di fargli firmare un documento costituzionale che dovrebbe trasformare lo Stato del Wadiya in una democrazia, in realtà con il secondo fine di garantirsi una percentuale sull'esportazione del petrolio e altre materie prime dal paese grazie ad un accordo segreto con loschi uomini d'affari. Aladeen riesce a scappare dal sicario che, prima di morire per sua stessa mano, gli aveva tagliato completamente la barba allo scopo di renderlo irriconoscibile una volta appiccato l'incendio (incendio che in realtà ucciderà lo stesso Clayton). Trovandosi in mezzo alla strada tra i dimostranti contro la dittatura in Wadiya, Aladeen conosce l'attivista Zoey, che gli offre un lavoro credendolo un rifugiato politico. Aladeen tuttavia rifiuta il suo invito e continua a vagare per la città fino ad entrare in un bar di Little Wadiya dove incontra "Nuclear" Nadal, lo scienziato responsabile del programma nucleare del Wadiya, da cui era scappato dopo che Aladeen aveva dato ordine di giustiziarlo. VALUTAZIONE valutazione-stella-2016valutazione-stella-2016valutazione-stella-2016
Precedente La banda del gobbo Successivo Squadra antiscippo